Errori da evitare in spiaggia: i 3 più comuni! | Giuseppe Gimondo
16748
post-template-default,single,single-post,postid-16748,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Errori da evitare in spiaggia: i 3 più comuni!

Errori da evitare in spiaggia: i 3 più comuni!

Errori-da-evitare-in-spiaggia-Giuseppe-GimondoBen trovati Ladies & Gentlemen, l’articolo di oggi mira a fare chiarezza sugli errori da evitare in spiaggia.

Vi ricordo che svago, allegria e spensieratezza del periodo estivo non devono escludere il rispetto per gli altri e per l’ambiente che ci circonda.

Vediamo alcune regole di bon ton in spiaggia (dettate semplicemente dal buon senso e dall’educazione) grazie alle quali non correrete il rischio di arrecare disturbo a chi vi è accanto e, soprattutto, di fare sempre un’ottima figura in fatto di stile ed eleganza.

 

Errori da evitare in spiaggia: rispetto altrui e dell’ambiente

Mi sembra doveroso iniziare dalle regole di comportamento che implicano sempre il rispetto verso chi ci circonda, siano essi i nostri vicini d’ombrellone piuttosto che di bagnasciuga.

Non credo faccia piacere a nessuno vedersi arrivare addosso una tempesta di sabbia causata da una corsa fra gli ombrelloni o dallo scuotimento di asciugamani. In quest’ultimo caso, consiglio di allontanarsi leggermente onde creare disagi e discussioni facilmente evitabili.
Evitate di gettare mozziconi di sigaretta o altri rifiuti sulla sabbia o, ancor peggio, di sotterrarli.

Anche il momento del bagno, per quanto divertente, ha le sue regole dettate dal buon senso.

Se in acqua ci sono molti bagnanti, evitate di tuffarvi di modo tale da creare uno tzunami.

Qualora vogliate giocare a racchettoni o a palla sul bagnasciuga, assicuratevi che non ci siano bambini o un gran numero di altre persone.

Inoltre, direi di evitare le docce lunghe un sogno, sia negli stabilimenti balneari che in spiaggia libera .

Capitolo a parte lo merita quello della cura della persona.

Sicuramente uno dei più grandi errori da evitare in spiaggia è quello di dedicarvi alle pulizie di primavera su voi stessi: riservate questa pratica poco ortodossa per quando sarete a casa.

 

Errori da evitare in spiaggia: l’uso dello smartphone

Al mare non si va solo per divertirsi, ma anche per godersi un po’ di meritato relax.

E’ segno di buona educazione, non esagerare con il volume della musica sul proprio smartphone: vi consiglio di connetterlo con un paio di auricolari ed ascoltare le vostre canzoni senza disturbare nessuno.

Per la stessa ragione è opportuno non urlare quando si parla al telefono: il resto della spiaggia non ha alcun interesse nella nostra vita privata!

 

Errori da evitare in spiaggia: abbigliamento, trucco e accessori

Oltre ai consigli su come comportarsi in spiaggia, mi sembra doveroso soffermarmi su cosa indossare e cosa evitare.

Cercate di scegliere un costume, adatto alla vostra età ed al vostro fisico.

Ad esempio, miei cari gentlemen, qualora non abbiate il fisico di Cristiano Ronaldo, evitate assolutamente gli slip (in colori improponibili per giunta) o i boxer attillati!

Alle mie ladies invece, consiglio di non esagerare indossando costumi che lasciano poco spazio all’immaginazione.

Quando entrate nel bar o nel ristorante dello stabilimento, indossate sempre un pareo: non c’è alcun bisogno di mostrare il fisico mentre si mangia.

Consiglierei di evitare di truccarsi in spiaggia: non vorrete certo sembrare le controfigure di Joker a causa di acqua e calore!
Anche i gioielli e le zeppe vertiginose sono fuori luogo: a meno che non siate invitate ad un aperitivo sulla spiaggia, evitate tutto ciò che è vistoso quando siete sotto il sole.

Quanto agli accessori, si ad occhiali da sole e cappello per proteggersi dai raggi solari: se si tratta di salute, sempre meglio abbondare!

 

 

Spero di essere stato sufficientemente chiaro su questo argomento così come lo sono stato sugli errori da evitare ad un appuntamento.

Qualora vogliate dire la vostra, scrivetelo qui sotto nei commenti.

 

 

“La cavalleria non è morta…non  ancora!”

Giuseppe Gimondo

No Comments

Post A Comment